Vegburger

Posted In: Ricette

Voglia di hamburger? Prova quello vegan. Gli amanti del fast food saranno lieti di sapere che possono continuare a prediligere questa alimentazione ma senza danni per il nostro ecosistema. E’ risaputo ormai che il consumo eccessivo di carne comporta danni per la nostra salute ma anche per quella del pianeta. L’allevamento di bestiame per fini alimentari è uno dei maggiori fattori inquinanti perchè causa disboscamento e produzione di effetto serra. L’alternativa sana e gustosa alla carne esiste. Una regime alimentare vegan si può adottare grazie alle numerose e sfiziose ricette esistenti che si ispirano a quelle della nostra quotidianità. L’unica differenza è il prevalente utilizzo di alimenti di origine naturale. L’alimentazione vegan è equilibrata anche da un punto di vista delle sostanze nutritive: in natura esistono delle combinazioni alimentari in grado di fornire le medesime proteine della carne.

E’ possibile preparare un vegburger anche a casa nostra. In questo caso gli ingredienti principali sono tutti vegetali:

3 bicchieri di lenticchie(mi sono regolata con i bicchieri non avendo alla mano una bilancia)
1 pezzo di Sedano
1 o 2 Cipolla dipende dalla grandezza
1 Carota intera
Sale e pepe qb
Olio evo qb
Pane secco grattugiato qb

Preparazione:

gli ingredienti vanno cucinati tutti assieme per circa venti minuti. Il composto ottenuto va scolato per depurarlo dai liquidi in eccesso, in seguito si passa con il minipimer pe ottenere una consistenza omogenea. Dopo il raffreddamento si potrà incorporare il pane grattuggiato, base ideale per rendere i vegburger più consistenti. Possiamo poi regolarci sulla forma, spolverare nuovamente i vegburger nel pane grattuggiato e infine soffriggerli in padella con cipolla, olio, sale e pepe. Si possono gustare sia freddi che caldi, tuttavia da questa ricetta base è possibile utilizzarli per ottenere un vero e proprio hamburger vegetariano. Procuriamoci il medesimo pane da hamburger e condiamolo con l’insalata, la mionese oppure una sottiletta e i pomodori. Non dimentichiamoci di riscaldare il tutto per ottenere il medesimo effetto dell’hamburger appena cucinato!

Dalla ricetta e dai suggerimenti riportati è evidente che la presentazione del piatto non ha nulla da invidiare a quella di un hamburger originale fatto di carne. La differenza sostanziale invece c’è: la carne è totalmente assente e gli ingredienti sono tutti di origine vegetale. Nella dieta vegan anche la presentazione è molto importante: chi si approccia per la prima volta a questa alimentazione infatti ha bisogno di osservare piatti simili a quelli che mangiava prima, per stimolare l’appetito. In questo modo la differenza si nota solo a livello del sapore. E’ importante ricordare che nelle ricette vegan si usano molto i legumi che comportano il medesimo senso di sazietà della carne, grazie alle proteine nobili. In questo caso un vegburger è stimolante come l’hamburger classico, dona il medesimo senso di appagamento ma è più dietetico grazie all’origine vegetale degli ingredienti. Mangiarlo ci farà sentire bene sia da un punto di vista psicoogico che da quello morale. Non solo abbiamo la possibilità di soddisfare un sano desiderio di fast food ma di farlo senza assumere calorie inutili. Il vegburger è l’ideale anche per chi sta a dieta! Gustare un vegburger fa sentire meglio anche con la propria coscienza: resta pur sempre un modo sfizioso per salvaguardare il nostro pianeta assumendo uno stile di vita più sano a partire dall’alimentazione.




Go Top