Torta al pistacchio vegana

Posted In: Ricette

Tag:, ,

Un dolce davvero semplice da preparare, ottimo per chi ama i sapori originali e leggero ma nutriente per chi desidera prendersi cura di sé stesso è la torta al pistacchio vegana.

Grazie alla farina di pistacchio, la torta assume un gusto davvero particolare, mentre lo yogurt vegetale le dona una morbidezza sorprendente. Inoltre, la si può guarnire e personalizzare in numerosi modi.

Per preparare una torta al pistacchio vegana occorrono:
250g di yogurt di soia al naturale
200g di panna di soia
100g di farina di pistacchio
100g di farina a scelta
2 cucchiaini di lievito per dolci
4 cucchiai d’olio extravergine di oliva
75g zucchero di canna

Torta al pistacchioPer cominciare la preparazione bisogna montare la panna di soia. Idealmente, dovrebbe essere stata conservata nel frigorifero per almeno un giorno, in modo che sia perfettamente fredda e che, quindi, la si possa montare in modo impeccabile. Per effettuare la montatura bisogna utilizzare un frustino elettrico e frullare la panna per un periodo più o meno prolungato, in modo che acquisisca un volume che le consenta di mantenere la consistenza a lungo. Infine, la si mette nuovamente a riposare nel frigorifero.

La farina scelta ed una parte di quella di pistacchi vanno versate in un recipiente di grandi dimensioni insieme allo yogurt ed al lievito. Dopo aver mescolato questi ingredienti, si possono aggiungere l’olio extravergine di oliva e lo zucchero di canna e, dopo un’altra mescolata, una parte della panna montata. Quando gli ingredienti si sono amalgamati perfettamente, l’impasto va messo a cuocere ad una temperatura di 180°C per circa 30 minuti. A poco più di metà cottura, è consigliabile verificare lo stato del procedimento affondando uno stuzzicadenti all’interno della torta. Terminata questa fase, la si deve lasciare raffreddare.

La restante porzione di panna di soia montata va versata in una sacca per dolci ed utilizzata per decorare la torta. Se ne può spalmare uno strato e creare dei ciuffi con il beccuccio della sacca, per poi spolverare la superficie del dolce con la farina di pistacchi precedentemente messa da parte, donandogli uno splendido verde intenso. Per distribuirla uniformemente si può utilizzare un colino oppure un cucchiaio. Come tocco finale, si può arricchire il tutto con una pioggerella di muesli o di fiocchi d’avena.

Buon appetito!




Go Top