Torrone morbido al cioccolato vegano

Il torrone è un antico dolce tipico della cucina italiana. In genere lo si gusta durante il periodo natalizio, ma è adatto a qualsiasi occasione golosa e riscuote sempre un successo strepitoso. Le due principali varianti sono il torrone morbido ed il torrone duro, le cui consistenze dipendono dal tempo di cottura e dal bilanciamento degli ingredienti.

Il torrone vegano non ha nulla da invidiare quelli classici. Quello che vi proponiamo noi è un dolce morbido ed al cioccolato, la cui golosità indurrà ogni commensale a chiederne il bis!

Per preparare un torrone morbido al cioccolato vegano occorrono:
400g di malto di riso
250g di zucchero di canna
100g di mandorle e nocciole
un cucchiaio e mezzo di lecitina di soia
100g di acqua
zucchero a velo
100g di cioccolato fondente

TorronePer preparare le ostie con cui costruire il torrone bisogna produrre una pastella di farina ed acqua. Una volta ottenuto un composto privo di grumi, bisogna cuocerne un cucchiaio alla volta su uno stampo, girando l’ostia dopo pochi secondi per effettuare la cottura su entrambi i lati.

Per preparare l’impasto bisogna sbattere l’acqua, la lecitina di soia ed un paio di cucchiai di zucchero a velo in una terrina dai bordi alti, aiutandosi con una frusta. L’impasto deve gonfiarsi ed aumentare considerevolmente di volume.

Il malto di riso deve essere versato in un pentolino dal fondo spesso e cotto a fiamma molto bassa per circa 10 minuti, mescolando ininterrottamente per evitare che si attacchi alla superficie. Dopo questa prima fase di cottura, bisogna aggiungere lo zucchero di canna e continuare a cuocere il composto per circa 30 minuti, aggiungendo il composto di lecitina a metà del procedimento e continuando a mescolare per evitare che si formino dei grumi. Terminata questa seconda fase di cottura, si introducono nel pentolino anche le mandorle e le nocciole, per poi toglierlo dal fuoco.

Le ostie vanno adagiate su una teglia rivestita con della carta da forno. Il composto va versato su ognuna di esse e lasciato raffreddare per qualche ora. Quando raggiunge una temperatura idonea, lo si può posizionare su una superficie ricoperta di zucchero a velo e tagliare in tanti torroncini, per passarli sullo zucchero ed immergerli nel cioccolato fondente fuso. In alternativa, lo si può servire integro e tagliare sul momento. In entrambi i casi, il dolce va lasciato raffreddare nuovamente.

Per un tocco finale superlativo, il torrone può essere arricchito con una pioggerella di mandorle, noci, arachidi o nocciole tostate.

Buon appetito!




Go Top