Tagliatelle al caffè con panna e senza glutine

Tra le specialità e, sopratutto, le golosità tipiche della cucina italiana, le tagliatelle hanno ed avranno sempre un posto d’onore tutto per loro. Le varianti della loro ricetta sono numerose ed una delle tante è quella che conferisce al piatto un delizioso aroma al caffè, che le arricchisce con della gustosa panna di soia e che le priva del glutine e degli ingredienti di origine animale.

Per preparare un piatto di tagliatelle al caffè con panna e senza glutine occorrono:
100g di fecola di patate
50g di farina di mais
150g di maizena
25g di gomma di guar
100g di panna vegetale
una tazzina di caffè
una bustina di zafferano
sale
pepe

La gomma di guar è un composto privo di glutine che si ricava dal tessuto vegetale dei semi del guar, una pianta leguminosa tipica di alcuni paesi asiatici, come l’India ed il Pakistan. È un ingrediente addensante che regola l’assorbimento e la digestione delle proteine e dei lipidi nell’organismo ed è utilizzato anche come fonte di fibre.

Innanzitutto, bisogna mettere da parte 2 cucchiai di fecola di patate, per setacciare la porzione rimanente e la maizena, mescolandole all’interno dello stesso recipiente. Dopo aver introdotto anche la farina di mais e la gomma di guar, che elasticizza l’impasto e sostituisce il glutine, bisogna mescolare energicamente il tutto.

Tagliatelle al caffè senza glutine veganeIn una seconda ciotola, bisogna mescolare i 2 cucchiai di fecola di patate precedentemente messi da parte con il caffè, aggiungendo il composto cremoso così ottenuto al primo impasto e lavorando il tutto fino a farlo diventare un panetto dalla composizione piuttosto omogenea. Se dovesse risultare ancora troppo liquido o troppo secco, si possono aggiungere, rispettivamente, della maizena o dell’acqua. Dopo averlo avvolto con un foglio di carta trasparente, dev’essere riposto nel frigorifero e lasciato riposare per almeno 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario a farlo addensare e compattare, l’impasto va steso, cosparso con della farina di riso ed appiattito con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile. Dopo aver ritagliato dei rettangoli di medie dimensioni con l’ausilio di un coltello, questi si possono arrotolare e tagliare nuovamente, per ricavarne delle fette di circa mezzo centimetro di spessore da adagiare su un panno da cucina.

Dopo aver portato all’ebollizione una pentola riempita con dell’acqua salata, si possono far cuocere le tagliatelle per circa 10 minuti. Mentre cuociono, bisogna mescolare la panna di soia con lo zafferano all’interno di una padella e far cuocere anche questo composto, mantenendo una fiamma bassa e continuando a girarlo con un cucchiaio.

Non appena sono pronte, le tagliatelle possono essere scolate e versate nella padella dove si trova il condimento di panna e zafferano, continuando a girarne il contenuto. Al termine della cottura, è sufficiente farle riposare per circa 2 minuti, per poi regolarne il sapore con il pepe.

Buon appetito!




Go Top