Riso cantonese vegano

Il riso cantonese è uno dei piatti più caratteristici, conosciuti ed apprezzati della cucina cinese. In Cina, rappresenta una delle portate più comuni dei pranzi e delle cene, venendo servito come primo piatto o, in alternativa, come contorno.

Per preparare un riso cantonese vegano occorrono:
500g di riso basmati
250g di tofu
250g di piselli
100g di farina di ceci
una zucchina
una carota
un pomodoro
una cipolla
olio extravergine di oliva
salsa di soia
sale

Riso cantoneseDopo aver portato all’ebollizione una pentola d’acqua salata, bisogna scaldare il riso per un periodo inferiore a quello riportato sulla confezione, poiché verrà cotto nuovamente in seguito. Dopo averlo estratto e scolato,bisogna cuocere anche i piselli. Il tofu, invece, va affettato, salato e lasciato riposare per circa 15 minuti, in modo che smaltisca l’umidità in eccesso. Dopo averlo asciugato con un canovaccio, lo si può cuocere in padella con un filo d’olio, fino a quando non diventa dorato e croccante.

La zucchina, la carota ed il pomodoro devono essere tagliati sottilmente, mentre la farina di ceci dev’essere versata in un piatto fondo e mescolata con dell’acqua, in una quantità sufficiente a rendere l’impasto liquido. A questo punto, bisogna mescolare le verdure tagliate con la pastella ed un pizzico di sale, scaldando il tutto in una padella con un filo d’olio, in modo che si rapprenda. La frittata va cotta su entrambi i lati e, successivamente, tagliata in quadratini.

Dopo averla tritata, la cipolla va soffritta all’interno di un wok, ovvero di una padella dal fondo incavato appositamente creata per cuocere al salto, oppure di una comune padella antiaderente, facendola dorare ed aggiungendo dell’acqua se l’olio dovesse asciugarsi. Dopo aver versato il riso e la salsa di soia, si può insaporire il tutto ed incorporare anche il tofu, i piselli e la frittata. La cottura deve avvenire a fiamma bassa per circa 2 minuti.

Buon appetito!




Go Top