Pizza vegana senza glutine

La pizza rappresenta l’orgoglio della cucina italiana e tutti devono poterla gustare senza preoccupazioni. A tale scopo, è possibile apportare delle modifiche alla ricetta originale per adattarla alle proprie esigenze senza penalizzare il sapore unico di questa straordinaria specialità nostrana.

La preparazione della pizza lascia spazio ad innumerevoli possibilità, quindi ci sono molti modi per migliorarla, adattarla ad esigenze specifiche e rendere più leggera e genuina. Uno dei migliori consiste nell’agire alla base, privandola di qualunque ingrediente di origine animale e del glutine!

Per preparare una pizza vegana senza glutine occorrono:
180g di farina di riso
130g di maizena
350g di salsa di pomodoro
280g di mozzarella vegana
20g di lievito di birra
50ml d’olio extravergine di oliva
un pizzico di zucchero
un pizzico di sale
– basilico
origano

Pizza veganaPer prima cosa bisogna preparare l’impasto e lasciarlo lievitare per almeno 2 ore. Se non si ha della mozzarella vegana già pronta, la si può preparare consultando l’articolo Mozzarella vegana artigianale.

Il lievito di birra va versato in una ciotola d’acqua tiepida insieme allo zucchero e lasciato fermentare per circa 5 minuti, mentre la farina di riso e la maizena vanno setacciate all’interno di una scodella, aggiungendo un pizzico di sale e l’olio extravergine di oliva. I contenuti dei due recipienti vanno uniti e mescolati fino a quando non diventano un composto morbido, compatto ed omogeneo.

Quando ottiene una buona composizione, l’impasto va unto con dell’olio extravergine di oliva ed avvolto in un foglio di pellicola trasparente, per poi essere lasciato lievitare ad una temperatura di 30°C da 90 a 120 minuti. Per fornirgli le condizioni ideali, lo si può riporre nel forno spento lasciando la luce accesa.

Una volta terminata la lievitazione, il composto dev’essere spianato in una teglia con un filo d’olio extravergine di oliva, stendendolo uniformemente su tutta la superficie. Per ottenere un ottimo risultato, è consigliabile operare con le mani leggermente oliate.

Per preparare il condimento di base bisogna versare l’olio extravergine di oliva e la salsa di pomodoro in una pentola, insaporendo il tutto con il sale e delle foglie di basilico fresco. La passata deve cuocere a fiamma moderata per circa 10 minuti. Quando comincia ad addensarsi, si può spegnere il fuoco.

La salsa va stesa sulla superficie della pizza, per poi cuocerla ad una temperatura di 180°C per circa 10 minuti. Trascorso questo primo intervallo di tempo, bisogna estrarla dal forno ed arricchirla con la mozzarella vegana tagliata a dadini e l’origano. Infine, si porta a termine la cottura effettuandola per altri 45 minuti. Quando la mozzarella è sciolta ed i bordi della pizza assumono un aspetto dorato, la si può estrarre nuovamente per servire in tavola ancora filante.

Come ogni pizza che si rispetti, la si può arricchire a piacimento: le possibilità sono infinite, quindi si può dar sfogo alla propria fantasia culinaria senza restrizioni!

Buon appetito!




Go Top