Panzerotti vegani

Il panzerotto o, secondo la denominazione di alcune regioni, calzone è una specialità tipica delle rosticcerie dell’Italia centro-meridionale. Consiste in una mezzaluna di pasta farcita con grande fantasia, cotta al forno oppure fritta nell’olio extravergine di oliva e da consumare calda.

Per preparare dei panzerotti vegani occorrono:
200g di farina di tipo 0
200g di farina di tipo 1
400g di farina manitoba
lievito di birra
200ml di passata di pomodoro
400g di formaggio vegetale
olio extravergine di oliva
zucchero di canna integrale
sale marino grosso
sale marino integrale
origano

PanzerottiPer preparare l’impasto con cui formare i panzerotti bisogna far sciogliere il lievito e lo zucchero in un primo contenitore ed il sale marino grosso in un secondo contenitore. Quando si sono sciolti completamente, bisogna mescolarli gradualmente con le farine e lavorare il composto ottenuto per circa 10 minuti, aggiungendo anche dell’olio extravergine d’oliva. Quando l’impasto raggiunge una condizione ottimale, bisogna formare delle palline e lasciarle lievitare per almeno 2 ore.

Mentre le palline di pasta lievitano, il formaggio vegetale va tagliato e mescolato con la passata di pomodoro, aggiungendo il sale marino integrale e l’origano. Quando sono pronte, vanno stese, riempite con il ripieno di formaggio e pomodoro e chiuse su loro stesse in modo che ottengano la forma di una mezzaluna.

L’olio extravergine di oliva o, in alternativa, quello di semi d’arachidi va scaldato in una padella fino a quando non raggiunge una temperatura ideale, ovvero fino a quando non emette le bollicine: a quel punto, bisogna immergervi delicatamente i panzerotti, friggendoli senza avvicinarli troppo l’uno all’altro. Questi vanno girati periodicamente fino a quando non assumono una colorazione dorata. Prima di servirli, è opportuno asciugarli dell’olio in eccesso con un foglio di carta assorbente.

Buon appetito!




Go Top