Maki vegani e altre idee appetitose

Considerare gli alimenti come la fonte di nutrimento per il corpo e per l’anima, come il perfetto equilibrio della forma esteriore e come la purezza dell’essenza interiore rappresenta il punto di unione tra la cucina vegana e quella giapponese. In entrambe le culture culinarie c’è una grande attenzione ad un sistema simbolico che rimanda a concetti più ampi, quali il rispetto per il proprio corpo e la propria salute, fisica e mentale, e l’equilibrio con il mondo che ci circonda.

Dalla ricerca dell’equilibrio, l’integrazione di ingredienti differenti dosati con sapienza per esaltare il gusto ed i colori ma anche le proprietà nutrizionali di ognuno di essi, nascono i maki vegani (insieme ad altre numerose specialità rielaborate secondo i principi vegani). È una nuova frontiera da esplorare per chi ha deciso di escludere ogni fonte di proteine animali dalla propria dieta ma non vuole rinunciare al piacere della buona cucina. L’ampio utilizzo di frutta e verdura tipico della cucina giapponese la rende una base perfetta da cui elaborare delle ricette sane ed appetitose.

Sushi veganiPer preparare un buon sushi vegetale si parte da una base di alghe nori e riso aromatizzato con aceto di riso, sale e zucchero, salsa wasabi, salsa di soia, sesamo e zenzero. La preparazione va arricchita con alcune verdure, quali il cetriolo, la carota ed il sedano bianco, della frutta, quali il classico avocado, il melone, la papaya e l’ananas. I filetti o i bocconcini di pesce si rimpiazzano con del gustosissimo tofu o seitan.

Preparare in casa un ottimo sushi vegano è piuttosto semplice e, una volta apprese le tecniche di preparazione di base, valide per tutti i tipi di sushi, lo si può declinare in innumerevoli e fantasiose varianti.

La variante vegana dei maki, dei rolls e dei nigiri è adatta anche a chi non ha propriamente abbracciato la filosofia vegana ma è attirato dal sushi pur non gradendo particolarmente il pesce crudo e da chi è alla ricerca di un tipo di alimentazione e di uno stile di vita più sano.

Attualmente, una buona parte dei ristoranti giapponesi e dei sushi bar sanno come accontentare anche i propri ospiti vegani, proponendo loro anche delle golose tempura di verdure, degli spaghetti ramen in brodo di verdure, alghe e miso, tofu con salse agrodolci, gelato al tè verde e dolci di riso.

A questo punto non ci resta che augurarvi buon appetito o meglio… Itadakimasu!




Go Top