Macarons vegani al cacao e vaniglia

Il macaron è una specialità originaria e tipica della cucina francese. È un pasticcino composto da due parti racchiudenti una farcitura che, di solito, ha una circonferenza increspata. Le tipologie ed i sapori dei macarons sono innumerevoli, sopratutto sul territorio francese, e non manca una versione vegana, più leggera e genuina ma altrettanto golosa.

Per la preparazione dei macarons vegani è consigliabile utilizzare l’egg replacer, un ingrediente particolarmente diffuso presso la cucina vegana statunitense come sostituto delle uova. Il suo utilizzo li può rendere estremamente morbidi, caratteristica essenziale per le meringhe. In alternativa, si può optare per una miscela di fecola e mais, di latte di mandorle ed aceto di mele oppure di tapioca e patate.

Un altro ingrediente inusuale è lo xantano, un polisaccaride privo di glutine che funge da collante per gli altri componenti della ricetta, in modo da rendere il composto ancora più morbido.

Per preparare dei macarons vegani occorrono:
2 tazze abbondanti di zucchero a velo
2 tazze di farina di mandorle
2 cucchiai di zucchero di canna
3 cucchiai e mezzo di egg replacer
6 cucchiai e mezzo d’acqua
un cucchiaio di cacao in polvere
un baccello di vaniglia
un pizzico di xantano

Macarons veganiMentre il forno si riscalda per raggiungere una temperatura di 100°C, lo zucchero a velo e la farina di mandorle vanno versati in un recipiente e mescolati.

In una seconda ciotola, invece, bisogna mescolare l’egg replacer con la quantità d’acqua indicata sulla confezione, per poi montarlo a neve fino a conferirgli una consistenza ferma e compatta. Quando è pronto, va amalgamato delicatamente con circa 1/3 del primo impasto.

La restante porzione della miscela di zucchero e farina va divisa in 2 parti uguali: a questo punto, alla prima si aggiunge il cacao in polvere, mentre alla seconda i semi di vaniglia estratti dal baccello e tritati. Entrambe, inoltre, vanno mischiate con l’acqua e metà dello xantano. Dopodiché, devono riposare nel frigorifero per almeno 2 ore.

Con il composto cremoso si devono formare dei dischetti delle stesse dimensioni. Questi vanno posti su una teglia rivestita con della carta da forno e sottoposti a 2 cotture: la prima deve avvenire ad una temperatura di 100°C per circa 5 minuti, mentre la seconda deve avvenire ad una temperatura di 190°C per circa 8 minuti. Tra una cottura e l’altra, i macarons vanno estratti dal forno e reinseriti quando raggiunge la temperatura necessaria. Quando entrambe sono terminate, i pasticcini vanno lasciati raffreddare.

Trascorso il tempo necessario a rendere la composizione delle farciture ottimale, i dischetti vanno assemblati due a due, alternando quella al cacao con quella alla vaniglia. Questa operazione va eseguita con molta delicatezza, per non correre il rischio di rompere le basi dei macarons.

Buon appetito!




Go Top