Le bacche di Goji e le loro importanti proprietà nutritive

Tra gli alimenti naturali con più le più spiccate proprietà benefiche vanno annoverate le bacche di Goji, conosciute da secoli ed il cui utilizzo è cresciuto in modo esponenziale nell’ultimo decennio. La commissione europea che si occupa della sicurezza alimentare  le ha analizzate e dichiarate di sicuro impiego.

Le bacche di Goji sono il frutto della pianta Lycium barbarum, che cresce spontaneamente nelle valli dell’Himalaya e che appartiene alla famiglia delle Solanaceae, la stessa alla quale appartengono anche le patate, i pomodori e le melanzane.
Negli ultimi anni hanno iniziato a venir coltivate anche nel nostro paese e sul Web si possono acquistare i semi, le piantine e raccogliere tutte le informazioni necessarie per la messa a dimora, che avviene durante la primavera, e la potatura, che avviene tra novembre e gennaio; la fioritura si svolge tra maggio e luglio ed i frutti si raccolgono durante l’estate.

Bacche di GojiLe bacche di Goji sono una buona fonte di fibre a basso indice glicemico e non contengono glutine. Le loro proprietà benefiche sono molteplici e dovute alle sostanze che contengono: sono presenti ben 18 amminoacidi e vantano un’elevata concentrazione di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B. Possiedono 4 polisaccaridi con delle ottime proprietà antidegenerative e sono ricche di antocianine, betaina e luteina, oltre alle carotenoidi e flavonoidi, che svolgono delle azioni antiossidanti.

Grazie alla grande quantità di elementi utili all’organismo, le applicazioni sono molteplici. Le proprietà antiossidanti possono essere sfruttare per contrastare l’invecchiamento dei tessuti, mentre la vitamina C rafforza le difese immunitarie e facilita l’assimilazione del ferro, aiutando a combattere le anemie. Svolgono delle utili azioni contro l’accumulo di adipe perché stimolano il metabolismo e, grazie all’effetto saziante, sono uno degli alimenti più efficaci nelle diete dimagranti. Inoltre, hanno delle proprietà lassative ed un effetto ipotensivo.

Le bacche possono essere consumate appena raccolte oppure secche, come ingrediente delle insalate o con i cereali. Con le bacche di Goji vengono prodotti succhi di frutta, yogurt e marmellate, oltre ad infusi e tisane. Si possono anche assumere come integratori in capsule, basta non eccedere con la quantità giornaliera consigliata, che si attesta intorno ai 30 grammi.
Sono sconsigliate a chi è allergico ai pomodori ed a chi assume farmaci anticoagulanti, in quanto pare che ne accentuino gli effetti anticoagulanti; inoltre, non vanno assunte in concomitanza con i farmaci antipertensivi.




Go Top