L’avocado e le sue importanti proprietà nutritive

La Persea americana, comunemente nota con il nome di avocado, è un frutto originario dell’America centrale dalla buccia verde e contenente una polpa gialla ed un grosso seme posto al centro. Vengono coltivati ampiamente nei territori dal clima mediterraneo e maturano dopo la raccolta.

L’avocado possiede un contenuto fortemente energetico, essendo ricco di grassi buoni, e fornisce una grande quantità di vitamine e sali minerali. Quella maggiormente presente è la vitamina A, che viene ottimamente affiancata dalle vitamine D, E e K, dal fosforo, dal calcio e dal potassio, i quali sono tutti molto importanti per l’organismo.

L’avocado fornisce un notevole apporto di acido grasso linoleico ed acido grasso Omega-3. Essi sono considerati grassi buoni, in quanto contrastano l’innalzamento del livello di colesterolo, agevolando l’attività cardiaca e preservando la salute del cuore. È un fondamentale alleato contro il morbo di Alzheimer ed è stato scientificamente dimostrato come possa essere utile per riprendersi da uno stato depressivo. Le sue proprietà nutritive, inoltre, lo rendono un buon antinfiammatorio ed una valida fonte di nutrimento durante il trattamento dei capelli secchi.

AvocadoGrazie alla presenza degli antiossidanti, che ostacolano l’azione dei radicali liberi, il consumo dell’avocado protegge le cellule dal deterioramento, rallentando tale processo. In particolare, la presenza della vitamina A e della vitamina E fa in modo che, a lungo andare, l’epidermide mantenga la sua elasticità e previene l’insorgere delle condizioni che possono portare alla creazione delle cellule tumorali. La presenza della vitamina D, invece, è utile per scongiurare lo sviluppo dell’artrosi e dell’osteoporosi.

Nonostante fornisca degli eccellenti benefici, è bene ricordare che l’avocado è un frutto piuttosto calorico, quindi è sconsigliabile introdurlo in una dieta dimagrante. Inoltre, il contenuto di potassio lo rende potenzialmente nocivo per chi deve confrontarsi con i problemi di insufficienza renale clinicamente accertati: in questi casi, è meglio consultare il proprio medico prima di consumarlo abitualmente.




Go Top