L’avena e le sue importanti proprietà nutritive

Posted In: Alimenti

Tag:, ,

L’Avena sativa, quella a cui ci si riferisce comunemente con il termine avena, è la specie più nota del suo genere di piante ed i suoi chicchi danno origine all’omonimo ed importante cereale. Si tratta di un alimento particolarmente nutriente e che permette di mantenersi in forma senza dover rinunciare al buon sapore.

Il contenuto dell’avena è ricco ed equilibrato e fornisce un buon apporto di carboidrati a lenta digestione, che scongiurano l’insorgenza di picchi insulinici, proteine ad alto valore biologico che ne favorisce la sintesi e grassi per la maggior parte insaturi. Oltre ad essere un alimento energetico, è una fonte naturale di fibre, con le quali regola l’attività intestinale e favorisce la riduzione del colesterolo, e sali minerali, quali calcio, magnesio, potassio e ferro, che contribuiscono al rafforzamento ed al mantenimento della salute dei tessuti muscolari e delle ossa.

AvenaGrazie alle fibre solubili presenti nel suo contenuto, l’avena possiede un notevole potere saziante con il quale può placare efficacemente la sensazione di fame. Contiene anche l’avenina e gli avenantramidi che svolgono, rispettivamente, un’azione tonificante ed un’azione antitumorale. Inoltre, il consumo dell’avena permette di beneficiare dei suoi effetti diuretici e lassativi, che stimolano l’attività dell’intestino pigro, e contribuisce al mantenimento dell’equilibrio del sistema nervoso, contrastando l’insonnia e la depressione.

L’avena pura, ovvero quella non contaminata dalle proteine del grano, dell’orzo e della segale, è priva di glutine, quindi un alimento adatto alla dieta dei celiaci. È particolarmente importante anche per i diabetici, in quanto il suo basso indice glicemico permette di stabilizzare e mantenere in equilibrio la glicemia, e per vegetariani e vegani, poiché permette loro di assimilare gli amminoacidi essenziali per la produzione delle proteine.

L’avena è un alimento altamente energetico, quindi va consumata con parsimonia. Gli elevatissimi contenuti di fibre e di vitamina B2 potrebbero provocare, rispettivamente, l’insorgenza di alcuni disturbi intestinali, sopratutto nei soggetti non abituati ad assimilarne una grande quantità, e la cefalea. Inoltre, è presente una percentuale di nichel che, per i soggetti allergici, può risultare tossica.




Go Top