Krapfen al forno vegani

Il krapfen è un dolce di origine austro-tedesca, composto da una pastella fritta ripiena di marmellata. È molto simile al bombolone tipico della cucina italiana che, però, viene preparato in modo molto diverso e riempito di crema pasticcera.

Per preparare un piatto di krapfen al forno vegani occorrono:
– 500g di farina manitoba
80g di zucchero di canna integrale
un pizzico di lievito di birra
marmellata
200ml di latte di soia
100ml di yogurt di soia
un bicchierino di limoncello
olio extravergine di oliva
sale fino
zucchero a velo

Krapfen al forno veganiInnanzitutto, bisogna mescolare la farina, lo zucchero di canna ed il lievito, conferendo al miscuglio la forma di una fontanella. Al centro di questa, si devono versare lo yogurt di soia, al naturale oppure aromatizzato alla vaniglia o al limone, ed un filo d’olio extravergine di oliva. Quando le polveri hanno assorbito interamente quest’ultimo, si possono versare gradualmente anche il latte di soia ed il limoncello, continuando a mescolare l’impasto per conferirgli una consistenza elastica ed omogenea. Dopo aver coperto il recipiente con una pellicola trasparente, lo si deve riporre in un luogo caldo ed asciutto e lasciar lievitare per circa 2 ore.

Quando la pasta è pronta, la si può stendere su un piano di lavoro infarinato, creando delle circonferenze delle dimensioni di un bicchiere. Queste vanno adagiate in una teglia rivestita con della carta da forno e lasciate riposare per circa 60 minuti.

I krapfen si possono friggere oppure, per una preparazione più leggera e salutare, cuocere nel forno ventilato a 180°C per circa 20 minuti.

Una volta terminata la cottura, si possono farcire con della marmellata di frutta, iniettandola direttamente all’interno della pastella usando una siringa per dolci, e spolverare sulla superficie con dello zucchero a velo.

Buon appetito!




Go Top