Kala chana hummus

Il kala chana hummus è un piatto tipico della cucina indiana. I kala chana sono legati alla famiglia dei Cicer Aretinium, ovvero i ceci neri, una variante di ceci facilmente reperibile sul suolo indiano. Si parla, dunque, di una vellutata di ceci neri. Per tutti quelli che pensano che la cucina vegana sia povera di gusto, questo piatto è una delle numerose controprove.

Per preparare il kala chana hummus occorrono:
ceci neri
chana masala
semi di sesamo
semi di girasole
succo di limone
aglio
olio extravergine di oliva
latte di riso

Il chana masala è un mix di spezie indiani profumate e piccanti e, come i ceci neri, è tipico dei paesi dell’Asia meridionale.

Come i ceci classici, i kala chana vanno messi a bagno in una tazza. La durata consigliata è di 12 ore ma, vista la loro consistenza generalmente dura, è preferibile prolungarla fino a 24 ore. In tal caso, è bene utilizzare il bicarbonato.

Trascorso il tempo necessario all’ammollo, si passa alla cottura. Sul fondo della pentola vanno versati 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e, non appena saranno caldi ma non bollenti, si rosolano i ceci e si aggiunge l’acqua ed il sale. La lessatura deve durare almeno 2 ore.
Secondo alcune fonti, aggiungere degli ingredienti tradizionali alla lessatura dei ceci, quali il pomodoro, le carote ed il sedano, altera inconfondibilmente il sapore ed il profumo.

Kala chanaI kala chana vanno scolati conservando un po’ d’acqua di cottura, quindi si aggiungono al mix 1 cucchiaio di semi di sesamo e semi di girasole, il chana masala, il succo di un limone, uno spicchio d’aglio e 6 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Mentre il tutto viene frullato, bisogna versare lentamente il latte di riso nel composto, per facilitare la preparazione della crema, oltre a conferirle un retrogusto dolce e particolare. Qualora l’hummus non avesse ancora raggiunto la sua cremosità, si può oltremodo aggiungere l’acqua di cottura messa da parte, per disciogliere anche i grumi più difficili.

Al momento dello scolo, è consigliabile tenere qualche cece da parte, in quanto lo si può utilizzare per decorare il piatto insieme ad una fettina di limone ed una foglia di basilico. La pietanza va servita calda e la si può accompagnare con del pane tostato o dei crostini.

Esistono diverse varianti del kala chana hummus: alcuni preferiscono bollire i ceci con l’alloro, rendendoli più facilmente digeribili, mentre altri aggiungono l’alga kombu, ingrediente tipico della cucina giapponese. Si può anche ottenere la crema frullando i ceci lessati e unendoli ad un composto di farina e margarina vegetale.

Qualunque sia la vostra scelta di personalizzazione, buon appetito!




Go Top