Il rambutan e le sue importanti proprietà nutritive

Il Nephelium lappaceum, più conosciuto come rambutan, è un albero originario del Sud-est asiatico che produce l’omonimo piccolo frutto ricoperto da una folta peluria rossa. La specie più comune è quella rossa, ma ne esiste anche una gialla. La polpa di entrambe è bianca, dolce e molto saporita, mentre il nocciolo non è commestibile.

Il rambutan e le sue importanti proprietà nutritiveIl rambutan è composto per l’82,1% d’acqua ed è una buona fonte di glucosio, che dona una sferzata d’energia. È ricco di vitamine, sopratutto per quanto riguarda le vitamine del gruppo B e la vitamina C, con la quale rafforza il sistema immunitario e protegge l’organismo dagli attacchi dei batteri e dei virus, e di sali minerali, in particolare di manganese, fosforo e ferro, che contribuiscono al rafforzamento delle ossa. Non manca una discreta quantità di fibre, che contribuisce a neutralizzare i parassiti dell’intestino, contrastando i disturbi che lo affliggono e prevenendo la stitichezza.

È anche ricco di antiossidanti, uno dei quali è la già citata vitamina C: insieme ad essa, i flavonoidi, i tannini, le saponine e l’acido gallico contrastano le azioni dei radicali liberi, rallentando l’invecchiamento delle cellule e prevenendo l’insorgenza di alcune forme tumorali. Grazie al loro potere antinfiammatorio, rappresentano anche un valido alleato nella lotta al cancro.

Il modo migliore per godere di tutte le proprietà del rambutan è consumarlo fresco, sbucciandolo e ricordandosi di rimuoverne il nocciolo, ma i suoi usi culinari sono molteplici ed includono le macedonie e le marmellate.




Go Top