Dulse, l’alga al sapore di pancetta

La Palmaria palmata è un’alga rossa conosciuta con il nome di dulse che cresce lungo le coste rocciose del Regno Unito, della Scandinavia, del Giappone e dell’America Settentrionale. In quelle zone, è stata una delle più diffuse ed apprezzate ed il crescente interesse nei confronti dell’alimentazione vegetariana e vegana l’hanno portata nuovamente sul primo piano commerciale.

L’alga dulse possiede una consistenza morbida ed un sapore piccante che risulta unico nel suo genere. In genere, la si introduce nei piatti come condimento o come ingrediente delle minestre, delle zuppe e, se lasciata per un certo periodo in ammollo, anche delle insalate. Il suo contenuto è ricco di proteine, vitamine, sali minerali ed aminoacidi che possono, tra le altre cose, contrastare efficacemente lo stress. Può essere consumata anche come digestivo, una volta terminato un pasto, o come integratore idro-salino, dopo aver sostenuto un intensa sessione di allenamento.

Alga dulseUna delle caratteristiche più curiose ed invitanti dell’alga dulse è quella scoperta dai ricercatori della Oregon State University, in particolar modo da Chris Langdon, che ha creato un nuovo ceppo di alghe che, oltre ad essere in linea con i principi del veganismo, possiedono un delizioso sapore di pancetta quando vengono fritte. Il vegetale è caratterizzato anche da una crescita molto rapida, che consente di ricavarne oltre 20 chilogrammi in una sola settimana.

Il prezzo di mercato del nuovo prodotto non è ancora stato stabilito ma, dato lo straordinario contenuto nutritivo ed il sapore decisamente invitante, diventerà sicuramente un prodotto largamente diffuso: più genuino, quindi consumabile in maggiori quantità senza preoccupazioni rispetto al tradizionale alimento di origine animale, e potenzialmente più economica, non ci sarà motivo per cui non preferirla ad esso.




Go Top