Barrette proteiche al cioccolato vegane

Per uno spuntino altamente energetico, non c’è niente di meglio delle ottime barrette proteiche. Grazie alle proteine della soia, possono coprire il fabbisogno proteico di un adulto, sia esso sedentario o sportivo, senza eccedere nell’apporto dei grassi saturi e del colesterolo. Sono particolarmente indicate come spuntino post-allenamento, in quanto possono ripristinare le riserve energetiche consumate praticando l’attività fisica.

Per preparare 7 barrette proteiche al cioccolato vegane occorrono:
100g di proteine della soia in polvere
60g di farina di cocco
80g di cioccolato extra fondente
60g farina d’arachidi
latte vegetale
dolcificante a piacere

Barrette proteiche al cioccolato veganeIl primo passo consiste nel preparare le barrette. Le proteine della soia in polvere, la farina di cocco e la farina d’arachidi vanno versate in una ciotola capiente ed amalgamate per bene. Intanto, bisogna preparare una piccola quantità di latte vegetale, preferibilmente di riso, e far sciogliere il dolcificante al suo interno. A questo punto, lo si aggiunge all’impasto e si mescola il tutto con un cucchiaio di legno fino a quando non si ottiene un composto compatto, solido e malleabile, poiché dovrà essere lavorato manualmente.

Quando è pronto, l’impasto va diviso in 7 parti, ognuna delle quali diventerà una barretta. In genere, le barrette proteiche hanno una forma allungata e spessa ma nulla vieta di donargli una forma piuttosto originale. L’importante è lavorare il composto con le mani leggermente inumidite.

A questo punto, bisogna preparare il rivestimento di cioccolato nel quale affondare le barrette. Il cioccolato, che dev’essere fondente ad almeno l’85%, va fatto sciogliere lentamente in un pentolino, cuocendolo a fiamma bassa. Quando si è sciolto completamente, le barrette possono essere immerse e ricoperte fino alla metà, poi vanno lasciate raffreddare in un congelatore per almeno 15 minuti affinché lo strato di cioccolato assuma una composizione solida. Dopodiché, si può completare la preparazione ripetendo il procedimento con l’altro lato delle barrette e lasciandole nuovamente a riposo nel congelatore.

I più golosi possono aggiungere all’impasto della frutta secca tritata, come le noccioline, l’uvetta o i pistacchi. In questo modo, le barrette saranno più croccanti, gustose ed energetiche.

Buon appetito!




Go Top