3 tisane per la salute del cuore

Le erbe officinali sono un toccasana per il benessere psicofisico e, tra di esse, ce ne sono alcune particolarmente preposte al trattamento ed alla prevenzione dei disturbi cardiaci, come l’aritmia, l’ipertensione arteriosa e l’assottigliamento delle pareti venose. Con esse, si possono preparare delle ottime tisane, infusi e decotti medicamentosi, con i quali si può contribuire splendidamente al mantenimento della salute e della forma.

Il biancospino è ricchissimo di principi attivi molto importanti per il benessere del cuore, tra i quali il potassio, gli acidi fenolici ed i flavonoidi. Grazie alle sue virtù benefiche, contrasta l’insorgenza dell’ipertensione e della tachicardia di origine nervosa, agisce come un vasodilatatore e smorza l’intensità degli stati d’ansia.

Per preparare una tisana al biancospino è sufficiente lasciare in infusione un pizzico dei suoi petali in mezzo litro d’acqua bollente per circa 10 minuti. Essa risulta straordinaria per conciliare e favorire il sonno. Per ottenere una tisana ancora più ricca ed efficace, si possono tritare anche alcune foglie, mescolarle con una manciata di bacche mature schiacciate e lasciarle infondere nell’acqua bollente per circa 15 minuti. Dopo averla filtrata e, se lo si desidera, addolcita con dello sciroppo d’acero o d’agave, si può consumare per beneficiare ancora più sensibilmente dei suoi effetti, tra cui la prevenzione dei crampi notturni.

3 tisane per il cuoreTra le molte varietà di fiori commestibili, le primule sono un’importante fonte di fosforo e potassio, fondamentale per la prevenzione di patologie cardiovascolari e per la distensione muscolare, ed agiscono come degli efficaci antiossidanti naturali. Inoltre, esercitano un effetto cardiotonico e regolano il ritmo sinusale. Le loro corolle si possono aggiungere alle insalate, alle minestre ed alle frittate, oltre ad usare come ingrediente principale di un ottimo infuso.

Per prepare un infuso di primule bisogna far bollire un litro d’acqua in cui immergerle e lasciarle riposare circa 10 minuti, insaporendole con dello sciroppo d’acero o d’agave. Assumendolo prima di coricarsi, diventa uno straordinario miorilassante e può contrastare efficacemente l’insonnia.

Il carciofo è ricco di sali minerali, in particolar modo di potassio, ed è un fedele alleato del cuore. Le sue proprietà benefiche derivano soprattutto dalla cinarina, un polifenolo che favorisce la secrezione biliare e la diuresi. Oltre a disintossicare ed a depurare l’organismo, questa pianta aromatica agisce come un vero e proprio depuratore del sangue, eliminando il colesterolo cattivo e regolando il livello dei trigliceridi. Per beneficiare appieno del suo prezioso contenuto nutritivo andrebbe consumato crudo, ma lo si può assumere anche come decotto delle sue foglie.

Per preparare un decotto al carciofo basta sminuzzare delle foglie tenere, farle bollire nell’acqua calda per circa 2 minuti e lasciarle riposare per circa 5 minuti. Se ne possono consumare un paio di tazze al giorno, stemperandone il sapore amaro con dello sciroppo d’acero o d’agave.

 




Go Top